Scroll to top
Gruppo Ingegneria Torino
it
Indietro
Antincendio Impianti civili e industriali Strutture

Edificio D – interventi di adeguamento prevenzione incendi

  • Cliente: LAVAZZA S.p.A.

Scroll

Il Progetto

Prestazioni professionali relative alla verifica di resistenza al fuoco, alla progettazione e alla certificazione antincendio degli elementi strutturali/edili e alla progettazione di un nuovo impianto sprinkler all’interno del reparto “Caroselli” presente al piano rialzato dell’edificio D (crudo) dello stabilimento LAVAZZA di Torino.

L’attività finalizzata all’adempimento di tutte le prescrizioni cogenti in materia antincendio relativamente alle strutture portanti e agli elementi di compartimentazione, è suddivisibile in tre fasi distinte.

La prima fase riguarda la raccolta e analisi della documentazione antincendio esistente (certificati, dichiarazioni e rapporti di prova) relativa all’epoca di realizzazione del fabbricato e la verifica di resistenza al fuoco delle strutture, mediante analisi FEM, basata sui risultati delle campagne di indagini strutturali redatte da GIT e precedentemente realizzate.

La seconda fase è finalizzata alla progettazione degli interventi di protezione al fuoco strutturali e di adeguamento delle aree oggetti di intervento, oltre alla progettazione degli elementi di compartimentazione e protezione degli attraversamenti impiantistici previsti nel nuovo progetto.

La terza fase dell’intera attività consiste nella D.LL. nel Coordinamento della Sicurezza in fase di Esecuzione relativamente agli interventi previsti di adeguamento antincendio e la successiva certificazione degli elementi strutturali e di compartimentazione ai fini della pratica SCIA VV.F.

La definizione del layout progettuale dell’impianto di spegnimento automatico sprinkler è avvenuta in due fasi.

In un primo momento sono state definite le caratteristiche di progetto dell’impianto e il layout distributivo del sistema sprinkler. Questa fase è stata finalizzata a definire la distribuzione planimetrica dei collettori principali e delle diramazioni terminali dell’impianto, in funzione dei requisiti di progetto normativi.
Nella seconda fase è stato eseguito il dimensionamento idraulico delle tubazioni, solo dopo aver “congelato” il suddetto layout distributivo delle reti.

Al fine di gestire in modo più efficace tali aspetti, il progetto è stato redatto con la metodologia del Building Information Modeling (BIM). Una volta creato il modello strutturale del fabbricato, è stata avviata la fase di creazione del modello MEP (Mechanical, Electrical, and Plumbing), che include l’impianto in oggetto e la definizione della parte architettonica, individuando spazi e ingombri della parte edilizia. In tal modo è stato possibile definire un layout impiantistico tale da limitare al massimo le interferenze con gli elementi strutturali ed avere una visione globale 3D di tutto l’impianto.

Settore

Dettagli

  • LUOGO: Settimo Torinese (TO)

  • STATO: progettazione esecutiva conclusa, in attesa di avvio lavori.

Photogallery

Scheda Progetto

  • COMMITTENTE: Lavazza SpA

  • SERVIZI SVOLTI: Progettazione esecutiva, Coordinamento sicurezza in fase di Progettazione (CSP), Direzione Lavori e Coordinamento sicurezza in fase di Esecuzione (CSE)

  • IMPORTO LAVORI: 100.000 € ca

  • SUPERFICIE: 700 mq

  • ANNO DI ESECUZIONE: 2020